2009

Document Actions


2009

  

L’anno si è aperto, come d’uso, con le procedure di chiusura della contabilità 2008, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei Soci. Agli obblighi annuali consueti si aggiungeva la complessa contabilità e l’ampia relazione sulle attività del Comitato Nazionale Alberico Gentili, che, finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per gli anni 2007 e 2008, doveva rendicontare a quell’Ente entro la fine di gennaio 2009. Tale mansione spettava al Centro Studi che ne era il Segretario Tesoriere e il coordinatore. Del pari erano in scadenza gli organi di governo del Centro Studi e l’Assemblea dei Soci era chiamata anche alla elezione del Consiglio di Amministrazione per il triennio 2009-2011. La votazione, effettuata nel corso della riunione della riunione del 21 marzo ha confermato i Consiglieri e i Revisori del triennio precedente. Il verbale n. 86 descrive dettagliatamente lo svolgimento delle operazioni, nel corso delle quali sono affiorati nuovi nominativi che, anche se non ancora maggioritari, fanno ben sperare per il futuro.

Dall’ottobre 2008 il Centro Studi si trova nella sede provvisoria, piccola anche se confortevole, messa a disposizione dall’Amministrazione comunale. Pur adattata alle più urgenti necessità, la sistemazione provvisoria non riesce a contenere tutte le carte d’archivio del Centro Studi che al momento, soprattutto per quanto concerne la voluminosa documentazione del Centenario Gentiliano e del relativo Comitato Nazionale Alberico Gentili, sono provvisoriamente custodite a casa della presidente del CISG.. Questa situazione, compreso il trasloco non indolore sotto il profilo economico, è dovuta ai lavori di restauro ai quali è attualmente sottoposto l’ex-complesso agostiniano, sede dell’IIS “A. Gentili” e del Centro Studi. Nella contingenza l’Istituto “Gentili” è stato alloggiato presso la Foresteria comunale e lì, tramite il supporto del Comune e dell’Istituto stesso, si è deciso di tenere gli Incontri di Primavera, essendo l’Auditorium S. Agostino non fruibile a causa della mancanza di servizi igienici atti a soddisfare le necessità di circa 150 persone.

Questa scelta obbligata ha comportato spese aggiuntive nell’allestimento ex-novo di un impianto audio e video, indispensabile al tipo di attività da svolgere, ma, nonostante le difficoltà organizzative, gli Incontri si sono svolti regolarmente il 15-16 aprile, secondo la formula della ‘full immersion’ di un giorno e mezzo a San Ginesio, con la partecipazione di selezioni di alunni scelti tra le quinte classi di sei Istituti Superiori della provincia di Macerata. La tematica, Il sistema giuridico globale tra crisi finanziaria, libertà di mercati e diritti umani” è stata presa in esame tramite brevi lezioni frontali e attività interattive di giochi di ruolo e laboratori ideati ad hoc per la verifica della comprensione. Il coordinamento scientifico era a cura del prof. Giuseppe Cataldi, ordinario di diritto internazionale dell’Università ‘L’Orientale’ di Napoli, responsabile dell’ISGI del CNR, con il quale il CISG ha un protocollo d’intesa. L’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Macerata ha collaborato al coordinamento tra le Scuole e patrocinato l’azione formativa che, a detta di insegnanti ed alunni, è stata davvero efficace. Anche dal nostro punto di vista questa edizione risulta tra le meglio riuscite di sempre, sotto l’aspetto del profitto e sotto quello dell’amalgama proficuamente competitivo instauratosi tra i gruppi di lavoro.

Il CISG fruiva della visibilità conferitagli dalle celebrazioni del Centenario 2008 e che, nel Progetto originale del Comitato Nazionale erano previste concludersi con il convegno del giugno 2009. Proprio riflettendo sulla responsabilità che il retaggio del Centenario comportava sia al CISG che a San Ginesio, prendeva sempre più corpo l’idea di dar vita ad un “luogo della memoria” da dedicare ad Alberico Gentili, nel suo luogo di nascita. Una testimonianza fisica che interagisse permanentemente con il sistema scolastico e con il sistema turistico locale. Del resto il momento era quello più adatto, nonostante tutto, a coltivare una simile ambizione. L’edificio in restauro, anche sede del Centro Studi, permetteva di pensare ad una collocazione più degna sia dell’ufficio di segreteria che di un’area comunicante dedicata alla coltivazione della memoria storica. Si trattava di parlarne con l’Amministrazione provinciale, in capo alla quale ricadeva la gestione del complesso agostiniano, e, soprattutto, con l’Amministrazione comunale che, come prima referente, sembrava interessata e disponibile alla realizzazione del progetto.

Il Centro Studi aveva inviato la domanda per l’ascrizione al registro regionale APS. Tale iscrizione rende possibile avere la collaborazione di un giovane, su progetto, a spese dello Stato. Per il CISG e per le sue finanze, non è poca cosa. A maggio arrivava la risposta positiva dell’Ente regionale. Si era quindi equipaggiati ad affrontare il percorso organizzativo, ma purtroppo l’architettonico della ristrutturazione  rimaneva un segreto per tutta l’estate e un segreto è ancora a oggi, nonostante le pressanti richieste di chiarimenti rivolte all’Amministrazione comunale, da ultimo anche tramite lettera raccomandata su mandato  dell’Assemblea dei Soci.

Sempre a maggio, avevano esito positivo due iniziative di grande interesse per le politiche del Centro Studi, entrambe a favore della diffusione di una delle due operazioni epocali del Centenario, vale a dire la pubblicazione della versione italiana annotata de “Il diritto di guerra” (Milano 2008), opus maius di Alberico Gentili e “classico” della letteratura giuridica di tutti i tempi. Il volume -che tanti report positivi ha ricevuto dai circa 100 accademici ai quali il CNAG e il Centro Studi lo hanno inviato- tramite l’interessamento della Provincia di Macerata e della Regione Marche, è stato esposto alla Fiera del Libro di Torino del 14/18 maggio e la pratica avviata presso il Servizio di riferimento della Regione Marche, per l’acquisto di copie da distribuire alle Biblioteche delle Marche, è in corsa per la distribuzione 2010.

Il 13 e 14 giugno 2009 si teneva a San Ginesio il convegno Le Marche al tempo di Alberico Gentili: religione, politica, cultura, ultimo appuntamento, previsto dal calendario delle celebrazioni, e organizzato in collaborazione con la Deputazione di Storia Patria per le Marche e il Centro di Studi Storici Maceratesi. Spostando il focus scientifico dal tema di Gentili quale classico della teoria internazionale moderna a quello più specifico del suo contesto storico d’origine, ha illuminato il quadro complessivo della società marchigiana tra Riforma e Controriforma, sia sotto il profilo politico-istituzionale e religioso che sotto quello più ampiamente culturale della musica, dell’arte e della letteratura. Ad animare il dibattito sono intervenuti eminenti accademici, esperti di Riforma, Inquisizione, Eresia e Cultura dell’Italia del secondo Cinquecento. Quinte suggestive di questo fine Centenario, il concerto per clavicembalo e contro-tenore e la raffinata cena offerta agli ospiti dal Comitato Nazionale Alberico Gentili, a degna chiusura delle celebrazioni.

In concomitanza con il Convegno usciva il primo volume di Atti del Centenario, «Ius gentium Ius communicationis Ius belli». Alberico Gentili e gli orizzonti della modernità, Atti del Convegno di Macerata in occasione delle celebrazioni del quarto centenario della morte di Alberico Gentili (1552-1608), Macerata 6-7 dicembre 2007, a cura di Luigi Lacchè, pubblicati nella Collana del Centro Internazionale Studi Gentililani, presso la Casa ed. Giuffré di Milano (2009), e pubblicati tramite il generoso contributo della Fondazione Ca.Ri.Ma sul Centenario 2008, liquidato nella primavera 2009 a favore del CISG.

In luglio uscivano gli Atti del XIII Convegno della Società Italiana di Diritto Internazionale, Roma 26-27 luglio 2008, La crisi del disarmo nel diritto internazionale. Nel quarto centenario della morte di Alberico Gentili, a cura di Sergio Marchisio, presso l’Editoriale Scientifica di Napoli (2009).. Sia nella presentazione del volume che nella prolusione del Segretario Generale della SIDI sono esposte chiaramente le ragioni della dedicazione del Convegno annuale SIDI 2008 ad Alberico Gentili e quelle per cui si ringrazia il socio CISG che, nella sua funzione di mediatore per il Comitato Nazionale e, come tale, ha sostenuto l’organizzazione dello stesso, dove la cospicua sessione inaugurale è dedicata allo studio della ‘legacy’ gentiliana, nel diritto internazionale e nella pratica forense internazionale (Gentili fu avvocato, iscritto alla prestigiosa ed aristocratica ‘court’ londinese del Gray’s e, dal 1604, presso la Corte dell’Ammiragliato inglese, che si occupa tuttora di controversie tra gli Stati)..

Piccole partecipazioni collaterali a supporto di iniziative locali, sono state quelle a favore della XXVIII Extempore grafico-pittorica del 27 marzo e della Borsa di Studio del 6 giugno, entrambe organizzate dall’Istituto Comprensivo “V. Tortoreto” di San Ginesio. Come ogni anno si è dato il supporto scientifico ed economico alla manifestazione della Confraternita di S. Tommaso, “La Fornarina 2009 - conferimento del riconoscimento alla virtù femminile nel sociale”, che si è svolta il 23 agosto presso il complesso dei ss. Tommaso e Barnaba. Del pari si sono sostenute due iniziative del Parroco della Collegiata e del Comune, con un contributo all’Infiorata del Corpus Domini del 14 giugno, e in occasione del convegno organizzato su “Gli ultimi restauri e i valori espressi dalla Chiesa Collegiata” del 3 ottobre, procurando il conferenziere, dott. Maurizio Ficari, ricercatore presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma, con il cui gruppo di studio il Centro Studi è in contatto, avendo pianificato per il 2011 di pubblicare nella collana “I Quaderni del CISG” un volume sulla stessa Collegiata. Altra iniziativa quella della solidarietà ai terremotati de L’Aquila concordata con i Soci, che tramite il CISG hanno versato ciascuno € 2,00 dalla propria quota d’iscrizione.. Continua l’attività di acquisizioni librarie per la Biblioteca del Centro, soprattutto mirata al reperimento di fonti primarie. In questo contesto si collocano l’acquisto del volumetto, Alberici Gentilis professoris regii Laudes Accademiae Perusinae et Oxoniensis (Oxford 1605), e della pubblicazione a cura di G. Ferroni e N. Peretti, Alberico Gentili. Nel terzo centenario (Roma 1908).

In novembre il Centro Studi, in qualche modo, si è interessato alla conferenza del Prof. Marcello Flores d’Arcais, che si è tenuta a San Ginesio il 12 novembre nell’ambito dell’iniziativa “Oltre il muro” (di Berlino) organizzata dalla Provincia di Macerata e dal Comune di San Ginesio. E, sempre in novembre, il 27, è stato coinvolto nella presentazione del volume di M. Angledon, Verso un mondo nuovo. Eleonor Roosvelt. La dichiarazione dei diritti umani, traduzione di Benedetta Frigerio, pubblicata presso l’editore maceratese LiberiLibri (2008), iniziativa organizzata con l’Associazione “Don Sturzo” di Tolentino e la Fondazione “Magna Charta”.

Document Actions

Powered by Plone CMS, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: