Premio 2012 verbale commissione

Document Actions


Verbale della Commissione incaricata di assegnare il premio 2012 per tesi di laurea e tesi di dottorato su tematiche attinenti all'opera e al pensiero di Alberico Gentili


La Commissione, composta dalla professoressa Paola Pugliatti, docente di Letteratura inglese presso l’Università degli Studi di Firenze; dal professor Vincenzo Lavenia, docente di Storia moderna presso l’Università degli Studi di Macerata e dal professor Diego Panizza, docente di Storia e teoria del diritto internazionale emerito presso l’Università degli Studi di Padova, e presidente della stessa commissione, ha deliberato di conferire il Premio Alberico Gentili 2012, consistente in € 516,50, alla tesi della candidata


Dott.ssa Francesca Iurlaro


Il libro di varie letture virgiliane al figlio Roberto di Alberico Gentili: introduzione, traduzione e commento


Tesi di laurea triennale in Storia della Filosofia, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Macerata, a. a. 2011/2012, relatore prof. Filippo Mignini.


La tesi della Iurlaro esprime a prima vista un impegno di lavoro di straordinaria ampiezza e originalità. L’originalità riguarda in primo luogo il dato della traduzione italiana di un’opera finora mai tradotta, impresa condotta egregiamente superando le note asperità del latino gentiliano. Il merito maggiore da questo lato consiste tuttavia nell’attirare l’attenzione degli studiosi su un’opera minore di Gentili che, guardata da più vicino, promette di essere meno secondaria di quanto non lo sia stata finora (ossia, non più di un opuscolo pedagogico destinato al figlio Roberto). Lo lascia intendere una essenziale e intelligente Introduzione che nella “lectio Virgiliana” vede la proiezione della “nuova giurisprudenza” di Gentili, intesa come “scienza madre” e “scienza enciclopedica”. Entro questa cornice di base l’Introduzione affronta, poi, l’esposizione e la discussione di alcuni nuclei tematici dell’opera, da cui è desumibile un ritratto intellettuale convincente che manifesta anche un personale apporto critico oltre che una conoscenza approfondita del testo. Lo stesso può dirsi dell’ultima parte del lavoro, cioè dei “Commenti” all’Epistola dedicatoria e ai venti capitoli dell’opera, che offre più in dettaglio una opportuna explication de texte, peraltro corredata da utili citazioni e annotazioni che creano una interessante rete di intertestualità.


La tesi della dott.ssa Iurlaro è un lavoro di notevole impegno, condotto con intelligenza e apprezzabile accuratezza filologica e metodologica e si segnala come meritevole del premio, anche per la qualità della scrittura: esso risponde pienamente all’intento di “celebrazione della memoria” e di “divulgazione degli studi” su Alberico Gentili, e, di conseguenza, è meritevole della assegnazione del premio.


Annotazioni:


La tesi della dott.ssa Iurlaro costituisce la sola traduzione commentata che sia mai stata fatta del Lectionis Vergilianae Variae Liber di Alberico Gentili (1603), tra i suoi scritti uno dei meno conosciuti e studiati. Opera di commento erudito e divertito che prende spunto da alcuni versi delle Eclogae virgiliane, il testo fu pensato per l'educazione poetica e umanistica del figlio Roberto e si articola in venti capitoli miscellanei che affrontano questioni linguistiche, letterarie, fisiche, giuridiche e storiche, spaziando dal concetto di barbarie e di civitas al problema della magia e delle profezie; dal tema delle donazioni in punto di morte a quello del furto; dal nodo della bontà del commercio e del mare liberum all'analisi del gioco e del teatro; dalla definizione di amore a quella di 'accoppiamento turpe', di puer, di straniero e di magister.


Da rilevare la buona qualità del testo italiano, che addirittura si colora spesso di espressioni piacevolmente ricercate: certe inversioni sostantivo-aggettivo; l’incipit di molte frasi con un avverbio o con la congiunzione; e la stessa scelta di mantenere alcuni termini in latino: non perché intraducibili, ma proprio per lasciare che “risuonino” nella lingua dell’originale.


L'introduzione, seguita in fondo dal commento puntuale ai capitoli, arricchisce il lavoro con notevoli spunti filosofici. Assai corrette e si direbbe complete, infine, le note lungo tutto il testo e quelle alla traduzione. Non ultimo merito della dott.ssa Iurlaro è quello di avere tentato una sistemazione, pur provvisoria e incompleta, della bibliografia su Alberico Gentili contando diverse centinaia di titoli nel corso di circa un secolo e mezzo di studi.

Document Actions

Powered by Plone CMS, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: